Allarme Anisakis: il parassita del sushi, ecco cosa può provocare

Allarme Anisakis: il parassita filiforme che si riproduce nell’intestino a partire da pesce crudo non controllato e di scarsa qualità

Allarme AnisakisÈ tornata alla ribalta delle cronache nei giorni scorsi, la notizia relativa alla pericolosità che in alcuni casi è legata al consumo – spesso non controllato – di pesce crudo: da quando anche in Italia è nata – o comunque ha trovato la sua grande ed estrema diffusione – la moda del sushi, purtroppo si stanno verificando molte più infezioni relative al verme “Anisakis”, un parassita che era quasi sconosciuto, fino a qualche anno fa, nei paesi occidentali.

La causa di tutto ciò si riferisce all’eccessivo consumo di sushi di bassa qualità, ed in particolar modo a tutti quei locali e ristoranti che offrono la formula All you can eat senza tuttavia fare riferimento ad un valore che dovrebbe essere estremo: la sicurezza. Chi ama il cibo giapponese sa che le conseguenze relative al consumo di pesce crudo senza i dovuti controlli potrebbero essere estreme: secondo quanto è emerso da una recente indagine scientifica e medica portata avanti da ‘Bmj Case Reports’, il rischio è molto più grave di quanto potremmo immaginare.

I parassiti, di forma filiforme, si possono infatti riprodurre all’interno dell’intestino, determinando così effetti molto importanti per l’uomo, come vomito, dolori addominali, febbre, con conseguenze devastanti che si avvicinano alla morte.

Potrebbero Interessarti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *