Allergie in primavera: come contrastare un problema diffuso

Allergie primavera: il problema va affrontato anche con una adeguata prevenzione

L’avvio della primavera ha avuto inizio da qualche giorno, ma già da qualche settimana – a parte qualche piccola situazione meteorologica un po’ difficile in alcune zone, con piccoli sprazzi di temperature ancora un po’ fredde – si può dire che la primavera sia già, abbondantemente, arrivata. E con essa, ovviamente, iniziano a fare capolino anche tutti quei disturbi che possono essere causati proprio dall’inizio della bella stagione, come allergie, riniti allergiche, ed un sostanziale aumento delle sensibilità ai fiori ed ai pollini.

Allergie in primaveraInsomma, la primavera non è solo portatrice di bel tempo, sole e scampagnate, ma anche di allergie e di piccoli problemi quotidiani che andrebbero affrontati anche con una adeguata prevenzione: è quanto è stato, tra l’altro, recentemente comunicato anche dagli esperti in materia, i quali sostengono che per affrontare al meglio le allergie primaverili, sia necessario anche rafforzare le proprie difese immunitarie, spesso anche adottando uno stile di vita adeguato alle necessità.

Il periodo primaverile è portatore del diffuso problema delle sensibilità ai pollini: le graminacee, l’ambrosia ed altri alberi sono per lo più tra i più papabili responsabili di queste problematiche, motivo per cui chi è allergico dovrebbe evitare il contatto con la diffusione di questi pollini. Ma non solo: una adeguata prevenzione, con la cura dei giardini e i tagli effettuati prima delle fioriture, ed ovviamente anche un’adeguata prevenzione alimentare – evitando quegli alimenti che possono attivare l’istamina, responsabile di molte allergie – possono essere degli ottimi rimedi per contrastare questo problema.

 

 

Potrebbero Interessarti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *