Categoria: Salute

Natale e Capodanno a letto: una preoccupazione per molti, che rappresenta il contagio naturale durante le festività

Natale e Capodanno a lettoNatale e Capodanno a letto: è questa la preoccupazione che ad oggi sta riguardando moltissimi italiani, spesso costretti, al giorno d’oggi, a rimanere a letto, a causa della sindrome influenzale che sta inesorabilmente colpendo moltissime persone.

Era quanto era stato preannunciato da tempo, ed è adesso realtà: stiamo infatti per affrontare, nella maggior parte dei casi, le festività a letto con l’influenza, con febbre e dolori articolari, e questa è una realtà che sicuramente riguarda molti di noi.

Il picco dell’influenza è adesso, quindi. Proprio durante le feste di Natale e di Capodanno, quando i contatti tra i parenti si fanno più presenti ed insistenti e quando, appunto, ci si trova a stare tutti insieme, magari a pranzo oppure a cena. Insomma, bisogna adesso più che mai prestare la massima attenzione al virus che sta colpendo molti di noi: ed anche se non è quasi più tempo di fare il vaccino per difendersi e proteggersi dai malanni di stagione, è bene comunque cercare di tutelarsi, magari evitando contatti ravvicinati con chi è già affetto dal virus, e sfruttando quelle opportunità di prevenzione che sono norma per tutti.

Read Full Article

Rischi contagio influenza: ecco cosa fare per evitare di farsi colpire da virus intestinale e influenza

Rischi contagio influenzaÈ particolarmente problematica la situazione di quest’anno, per quel che riguarda la grande diffusione di virus ed influenza: il periodo delle feste natalizie è da sempre una possibile incubatrice per quel che riguarda il contagio, chiaramente sempre più diffuso proprio a causa dei contatti umani ravvicinati, per l’influenza che, proprio quest’anno, conoscerà infatti il suo picco proprio durante le feste.

Ma ad essa, problematica come sempre, si sta associando proprio negli ultimi giorni un altro virus, che abbiamo definito Norovirus e che è chiaramente un virus intestinale fastidioso e problematico, che presenta sintomi importanti come ad esempio vomito, diarrea, dolori articolari e spossatezza, che diventano ancor più evidenti se ad essi si associano quelli dell’influenza tipica.

Da un lato, infatti, vi è l’influenza vera e propria, che sta mettendo a letto moltissimi italiani e dall’altro, appunto, il virus intestinale. Ma quali sono i suggerimenti per limitare il rischio di contagio?

Nello specifico, il consiglio consiste nel lavarsi spesso le mani, specialmente in seguito ai contatti con altre persone e prima di mangiare; inoltre, bisogna anche cercare – nei limiti del possibile – di tenere per circa dieci minuti o un quarto d’ora le finestre aperte in casa, in maniera da scacciare i possibili rischi di contagio.

Read Full Article

Norovirus sintomi: tra i più diffusi abbiamo nausea, vomito e diarrea, accompagnati da altri sintomi fastidiosi come febbre e spossatezza

Norovirus sintomiSi chiama Norovirus ed è un vero e proprio virus influenzale, che proprio in questi ultimi giorni sta colpendo gran parte dell’Europa ed anche l’Italia. I sintomi di questo virus, tra l’altro, sono molto aggressivi e problematici anche per quel che riguarda le conseguenze: esso è infatti, secondo le ultime novità, un virus che si sta diffondendo anche in maniera molto veloce e quasi a macchia d’olio.

Ma cosa provoca questo virus? Quali sono le conseguenze effettive del virus intestinale che ad oggi sta colpendo un numero sempre maggiore di persone e che potrebbe continuare la sua diffusione proprio nei prossimi giorni, dal momento in cui il Natale è sempre più vicino e le possibilità di contagio chiaramente sembrano destinate ad aumentare?

Nello specifico, i sintomi più evidenti di questo virus intestinale – che tra l’altro potrebbe aumentare le conseguenze del suo disagio, dal momento in cui, come ricorderemo, vi sono anche i rischi della diffusione dell’influenza in corso – sono per lo più vomito e diarrea. Questi i più diffusi, ma ad essi si associano anche altri fastidiosi sintomi, che possono presentarsi in maniera più o meno evidente, e che sono nello specifico crampi addominali, nausea, spossatezza e anche febbre.

Read Full Article

Influenza in arrivo: picco a Capodanno, ma ha già messo a letto migliaia di italiani

Influenza in arrivoSono quasi 500 mila le persone che, proprio in questi ultimi giorni, sono finite a letto a causa dell’influenza sempre più “potente”: febbre, ma anche dolori sparsi per il corpo – in particolar modo alle ossa ed alle articolazioni – e senso di stanchezza sono i sintomi decisamente più diffusi di questa influenza che, da qualche giorno, sta già iniziando a colpire duro.

E chi non ha già fatto le dovute vaccinazioni, ed è a rischio, dovrebbe pensare bene di tutelarsi entro la fine dell’anno: infatti, anche se già l’influenza ha iniziato a fare il suo ingresso nelle case degli italiani, possiamo dire che sarà proprio il periodo di Capodanno quello più critico per molte persone. La causa principale va ricercata chiaramente nei contatti ravvicinati e più intensi del periodo natalizio: con l’intensificarsi di questi contatti, infatti, diventa chiaramente più semplice andare incontro al contagio.

Una vera e propria epidemia, come sempre, che inizia a fare il suo ingresso nelle case  che promette di mettere a letto migliaia di italiani, anche se, stando almeno alle informazioni in nostro possesso, quest’anno il virus si presenta in maniera meno aggressiva.

Read Full Article

Virus HIV scende, ma sale – in proporzione – la trasmissione per via sessuale, specialmente tra uomini. Ecco il dato significativo in merito

Virus HIV scendeSono importanti e molto significativi i dati che sono emersi, proprio di recente, in merito alla trasmissione del virus dell’Hiv in Italia: si è infatti parlato, proprio di recente, di una diminuzione sostanziale dei casi di Hiv anche se, in effetti, questa diminuzione è proporzionata soprattutto ed in via quindi principale per quel che riguarda il rischio di trasferimento infettivo. Scende la proporzione, quindi, dei casi di persone che si ammalano a causa del “passaggio” di siringhe e quindi per uso di queste sostanze e tende invece a salire quello di persone che invece si ammalano a causa della trasmissione sessuale.

La considerazione comunque più importante e quindi da non sottovalutare è quella che riguarda il picco di trasmissione: secondo le effettive informazioni che abbiamo in merito, infatti, pare che dal punto di vista delle diagnosi, siano soprattutto gli uomini che hanno rapporti con altri uomini – rapporti promiscui ed omosessuali – ad andare più facilmente incontro a rischi. Ed è per questo importante non solo effettuare campagne di sensibilizzazione più efficaci, ma anche aumentare le consapevolezze dei rischi e le possibili protezioni per sé e per il proprio partner.

Read Full Article

Contagio virus HIV in calo: diminuiscono i casi di Aids in Italia ma esiste ancora il problema della prevenzione sui più giovani

Contagio virus HIV in caloCala la misura del contagio del virus Hiv in Italia: secondo le ultime stime, registrate dal Dipartimento delle malattie infettive dell’Iss e non solo, pare che nel nostro paese le trasmissioni del virus – e quindi i casi di Aids – siano decisamente calate rispetto a quanto non avvenisse diversi anni fa. Ecco che, quindi, i casi di Aids sono molti di meno, anche al di sotto di molte altre nazioni dell’Unione Europea: è quanto emerge dalle statistiche e dagli ultimi dati che sono stati effettuati in merito al 2016, dimostrando così che il trend di discesa che era avvenuto già qualche anno fa è decisamente proseguito in maniera importante.

Rispetto al 2014, infatti, già il 2015 aveva visto una diminuzione sostanziale degli ammalati, che erano stati molti di meno; il trend positivo è quindi proseguito, e le stesse diagnosi sono comunque in sostanziale diminuzione anche perché l’informazione e la sensibilizzazione sono chiaramente aumentate. Rimane comunque un problema da non sottovalutare, che è quello relativo al fatto che le campagne di prevenzione dovrebbero essere più mirate, specialmente verso i giovani, spesso più incoscienti e quindi anche chiaramente più inconsapevoli dei rischi a cui vanno incontro.

Read Full Article

Cancro al seno shock: la storia di una donna di Rimini che si curava con dieta estrema e impacchi di argilla

Rendere impotente il proprio corpo semplicemente facendolo “morire di fame” rappresentava, secondo una donna che è giunta in ospedale in condizioni decisamente molto critiche a causa del tumore al seno che l’aveva colpita ed era inesorabilmente cresciuto, un metodo “intelligente” per far sì che il tumore non avanzasse. È una strampalata quanto pericolosa teoria che spesso al giorno d’oggi colpisce moltissime persone convinte di poter curare i loro mali proprio grazie a queste fantomatiche cure: la donna, in questo caso, ha 65 anni e tre figli, ed è stata convinta di riuscire a debellare sistematicamente il tumore semplicemente dimagrendo di ben 30 chili.

Cancro al seno shockUna dieta che la donna deve aver intrapreso sotto consiglio di qualche “santone” improvvisato che avrà cercato, con manie di protagonismo e di grandezza, di convincere la donna che la medicina è il male e che la chemioterapia non l’avrebbe aiutata ad eliminare il tumore. La dieta estrema, ed impacchi di argilla sul seno, invece, sì: ed è proprio così che la donna, che si è rifiutata di affrontare le cure per diverso tempo, è giunta all’Ospedale di Sant’Arcangelo, a Rimini, in condizioni gravi: magrissima, tanto da far pensare che il tumore l’avesse devastata appieno, la donna portava addosso, come un fardello invisibile ma ben presente, un cancro al seno di mezzo chilo.

 

 

Read Full Article

Vietata vendita e-cig online: il perché di una decisione che presto potrebbe diventare una importante e concreta realtà

Nel corso degli ultimi giorni si è molto parlato di una situazione che ha fatto discutere e che, con molta probabilità, continuerà proprio a far discutere: ci stiamo infatti riferendo alla decisione di vietare la vendita della sigaretta elettronica in rete, una decisione spinta da quella della Commissione Europea e che adesso sarà oggetto di discussione tra Camera e Senato per la ridefinizione delle nuove norme in merito.

La decisione potrebbe essere presa per eliminare e controllare l’evasione fiscale di questo mercato, ma qualora fosse effettiva indicherebbe anche la necessità di controllo che le sigarette elettroniche – note anche con il nome di e-cig – vengano vendute esclusivamente nei negozi autorizzati. Non sarà quindi più possibile, dal momento dell’approvazione dell’emendamento, acquistare la sigaretta elettronica semplicemente collegandosi ad un sito web, ma questa scelta potrà essere portata avanti solo in una tabaccheria o in un altro punto vendita autorizzato.  Questo, ovviamente, avrà una sua rilevanza nel mercato delle sigarette elettroniche, in quanto evidenzierà la necessità di chiudere tutti quei siti Internet atti alla vendita sia della nicotina sia di tutti i dispositivi atti a questa opportunità.

 

Read Full Article