Categoria: Salute

Mangiare piccante: se si mangia il peperoncino più piccante in assoluto della varietà Carolina Reaper si può finire in ospedale. È quanto è accaduto ad un uomo di 34 anni

Mangiare piccanteMangiare piccante a volte è uno stile di vita non solo in Calabria o in Italia ma anche in diverse parti del mondo: è importante sapere che il peperoncino consumato spesso come spezia nelle più svariate ricette culinarie ma anche per i più temerari da solo può provocare particolari effetti indesiderati.

A volte si parla di sfide a chi riesce a mangiare più piccante di altri ma proprio queste persone dovrebbero essere informate di quanto accaduto ad un uomo di 34 anni che ha mangiato un super peperoncino della varietà Carolina Reaper finendo in ospedale a causa della restringimento temporaneo di diverse arterie del suo cervello: l’uomo avrebbe a causa di questo accusato fortissimi dolori alla testa e conati senza vomito, inoltre vedeva gli effetti collaterali del peperoncino essere presenti anche il giorno dopo che lo stesso era stato consumato.

Il particolarissimo effetto che un peperoncino di tale piccantezza ha dato può essere accusato soprattutto da persone che oltre ad averlo assunto fanno uso anche di droghe o particolari farmaci.

Read Full Article

Limone fa dimagrire: potente energizzante ed alcalinizzante, che ha delle proprietà benefiche anche di idratazione

Il limone fa dimagrire e idrata: è questa una delle considerazioni molto interessanti ed efficaci che abbiamo proprio in merito a questo elemento, un frutto che ha delle proprietà molto interessanti per la salute e che quindi deve essere menzionato per le sue caratteristiche positive infinite.

Limone fa dimagrireQuesti frutto, specialmente se naturale e non trattato – è infatti molto importante preferire sempre i limoni biologici a quelli che non lo sono – è un elemento molto interessante perché contiene delle proprietà uniche e utilissime per il mantenimento di una ottima salute. Da un lato, esso funge da potente digestivo grazie alla sua proprietà alcalinizzante; dall’altro lato, il limone è un frutto che, se assunto sotto forma liquida con un bicchiere di acqua tiepida al mattino, contrasta stitichezza ed insonnia, ed aiuta anche a dimagrire. In che modo? Semplicemente depurando l’organismo grazie alla capacità di eliminare le tossine presenti nel corpo che vengono così facilmente eliminate. Inoltre, esso contiene pectina, una fibra che è in grado di ridurre il senso di fame e di aumentare il senso di sazietà rappresentando, così, un valido aiuto per il mantenimento di una buona forma fisica.

Read Full Article

Limone contro depressione: è un potente energizzante, che dona buon umore e positività e regala maggior energia

Limone contro depressioneUna bevanda a base di acqua e limone, specialmente se assunta al mattino, può avere degli effetti positivi molto importanti per la salute. Perché, ad esempio, essa non solo è un valido aiuto contro i problemi di stomaco e soprattutto quelli gastrici e digestivi, ma anche contro i disturbi legati all’insorgenza di alitosi, presenza di tossine nell’organismo e difficoltà ad urinare.

Al giorno d’oggi, quindi, si parla di acqua e limone come di effetto interessante per la propria salute: ed infatti, una bevanda a base di succo di limone – purché fresco, biologico e quindi non trattato – può essere anche un valido ed interessante rimedio per mantenere il buonumore. Potrebbe sembrare strano, ma in effetti le cose stanno proprio così: bere acqua e limone può essere positivo anche per quel che riguarda il benessere psicologico – oltre che fisiologico – perché questo frutto ha un elevato potere energizzante e quindi non solo regola la voglia di fare, ma è anche un potente e benefico aiuto per ottenere il buon umore.

Energia e positività, solarità e buon umore: così, infatti, il limone aiuta a contrastare anche ansia e depressione.

Read Full Article

Acqua e limone depurativa: grazie alla sua azione diuretica, essa rappresenta un valido aiuto contro il trattenimento delle tossine da parte del corpo

Acqua e limone depurativaL’acqua e limone non è solo un potente metodo che aiuta a contrastare l’insorgenza di acidità e bruciore di stomaco – al contrario di quanto si potrebbe pensare, in effetti, il limone è un potente alcalinizzante – ma è anche un metodo che aiuta a disintossicare e quindi a depurare l’organismo.

Depurativa e quindi anche diuretica, una bevanda a base di acqua e limone, specialmente se bevuta regolarmente, può essere un valido aiuto per contrastare i problemi di digestione e per evitare che l’organismo trattenga le tossine. Purtroppo, sappiamo molto bene quanto possa essere problematico quando il corpo non riesce a liberarsi delle tossine, perché ciò ovviamente evidenzia una situazione anche estetica non gradevole: pelle a buccia d’arancia e cellulite, ad esempio, si possono presentare proprio in questi casi e possono determinare una situazione non piacevole per chi ne soffre.

Bere acqua e limone, al contrario, può invece essere un valido aiuto perché permette all’organismo di liberarsi delle tossine in eccesso attraverso il sistema della diuresi: in questo modo, il corpo si disintossica più facilmente e garantisce la salute dell’apparato urinario e del fegato.

Read Full Article

Acqua e limone digestiva: potente alcalinizzante, aiuta a contrastare i problemi di acidità di stomaco ed ha ottime proprietà terapeutiche. Ecco come si prepara questa bevanda così potente ed importante per la salute

Acqua e limone digestivaAl giorno d’oggi è possibile seguire, un po’ come accadeva un tempo, le normali indicazioni terapeutiche delle nostre nonne e bisnonne, in merito all’uso di alcuni elementi dettati dalla natura: stiamo parlando, ad esempio, del beneficio legato al bere acqua e limone al mattino, un’abitudine che può essere molto consigliata soprattutto per via degli effetti positivi del limone.

Esso è un potente alcalinizzante: e quindi, se assunto regolarmente con un bicchiere di acqua al mattino – ancora meglio se a digiuno – può aiutare a digerire meglio, e quindi rappresenta un valido e potente rimedio naturale per rendere possibile il miglioramento della digestione, compensando la presenza di acidità.

Ma come si prepara la bevanda alcalinizzante a base di acqua e limone? Il metodo interessante e primario per preparare acqua e limone consiste nell’utilizzare acqua a temperatura ambiente o tiepida: in un bicchiere di acqua, poi, si spreme un mezzo limone possibilmente biologico e fresco, e si beve, al mattino, prima della colazione. La raccomandazione è di non bere acqua fredda, ma solo tiepida.

 

Read Full Article

Prevenzione rughe: alimentazione corretta, stile di vita sano e bere molta acqua possono essere un grande aiuto

I solchi sul viso, le cosiddette rughe, sono al giorno d’oggi un “problema” per molte donne. Al punto che, infatti, diverse donne scelgono di contrastare questo problema estetico facendo riferimento alla chirurgia estetica e quindi cercando una soluzione che possa in qualche modo contrastare l’insorgenza della vecchiaia anche dal punto di vista della pelle.

Prevenzione rugheAl di là dei discorsi che riguardano, appunto, le possibil conseguenze dal punto di vista estetico e psicologico di fare uso di questi metodi per sentirsi più belle ed appagate, bisogna comunque anche ammettere un fatto importante. Che le rughe, in effetti, possono anche essere prevenute e che si può agire con la giusta prevenzione anche per far sì che l’insorgenza dei solchi sulla pelle avvenga il più tardi possibile.

Qual è allora il giusto metodo preventivo contro le rughe? Dal punto di vista alimentare, possiamo evitare l’insorgenza dei solchi sulla pelle mangiando molta frutta e verdura, cereali integrali e alimenti che contengono naturalmente gli anti ossidanti, tali da evitare che la pelle possa facilmente invecchiare. È molto importante anche bere: la corretta idratazione della pelle, infatti, aiuta a prevenire anche questo disturbo.

Read Full Article

Sindrome Brugada sintomi e cure: come si presenta questa patologia, quali sono i suoi sintomi e come essa si cura

Sindrome Brugada sintomi e cureLa patologia chiamata sindrome di Brugada – che prevede un arresto cardiaco improvviso, probabilmente senza alcun legame con altre patologie cardiache – è stata riconosciuta per la prima volta abbastanza recentemente, nel 1992. Ancora oggi, quindi, non vi sono né dei dettagli specifici che riguardano questa malattia ed i suoi possibili sintomi, né delle effettive considerazioni che potrebbero essere di aiuto per comprendere anche quale tipo di trattamento utilizzare.

La sindrome di Brugada, quindi, presenta una sintomatologia abbastanza tipica, che può rendere facile la confusione con altre problematiche. In presenza di respiro notturno pesante ed agonico, fibrillazione e tachicardia ventricolare, sincope, storia di morte giovanile, in famiglia, sarebbe bene quindi effettuare un test di approfondimento che è l’holter.

Tuttavia, anche sulle possibili cure si sa ben poco: per curare questa patologia non esistono medicinali o farmaci efficaci, ma è possibile prevenire un problema o una conseguenza importante come la morte attraverso una giusta prevenzione. Tra i consigli utili, quello di utilizzare un defibrillatore impiantabile, che possa essere associato a farmaci anti aritmia, che possa in qualche modo aiutare ad inibire il progredire o il presentarsi del disturbo.

Read Full Article

Sindrome di Brugada cos’è: una patologia che potrebbe aver ucciso il calciatore Davide Astori

La morte del giovane Davide Astori, il calciatore e capitano della Fiorentina che è deceduto domenica 4 marzo 2018 a causa di un improvviso ed inatteso arresto cardiaco ha fatto emergere una serie di dubbi e di perplessità che nello specifico oggi riguardano le cardiopatie e la possibilità che una persona giovane possa morire di infarto senza una nota motivazione.

Sindrome di Brugada cos’èIn Astori non c’era nulla che andasse male dal punto di vista della salute: sempre sotto controllo con test ed esami, Davide era un ragazzo che stava bene, non aveva gravi patologie e nessuna avvisaglia cardiaca. Eppure, il calciatore è morto all’improvviso, durante il sonno, a quanto pare proprio a causa di un arresto cardiaco sopraggiunto, a quanto pare, per una causa chiamata sindrome di Brugada.

Ma di cosa si tratta? Riconosciuta ed evidenziata solo nel 1992, questa sindrome potrebbe essere collegata ad un problema genetico, ed essere infatti associata ad uno squilibrio delle cellule cardiache, che potrebbe determinare aritmie ed arresto cardiaco. Non vi sono certezze in merito, ma è possibile che questa sindrome non venga diagnosticata subito: occorrerebbe eseguire un holter approfondito, che faccia emergere il segno noto come segno di Nava.

 

 

 

Read Full Article