Categoria: Eventi

Sciopero dipendenti Serravalle: sabato 15 e domenica 16 aprile manifesteranno contro condizioni lavorative non accettabili

Sciopero dipendenti SerravalleTutto pronto per lo sciopero che avrà inizio nella giornata di domani, sabato 15 aprile 2017, e proseguirà nella giornata di dopodomani, domenica 16 aprile 2017, nel famoso ed apprezzato outlet di Serravalle Scrivia, in provincia di Alessandria. Chi avesse in mente di trascorrere due giornate di “vacanza” all’insegna dello shopping, quindi, dovrà cambiare destinazione: infatti, i lavoratori del centro commerciale – oltre 2 mila dipendenti – partiranno da questa mattina bloccando le vie del centro, e soprattutto portando avanti le loro insoddisfazioni lavorative e contrattuali, davanti agli ingressi della struttura.

Lo sciopero dei dipendenti dei vari negozi all’interno del centro commerciale è stato infatti predisposto da fine marzo 2017, ed è stato reso necessario, stando alle ultime notizie, dalla presenza di scarse garanzie, sia dal punto di vista contrattuale che per quel che riguarda pagamenti, anche dei festivi.

Insoddisfazione: è questo il sentimento che anima coloro che porteranno avanti il loro sciopero. Una necessità importante, quella di risolvere l’insoddisfazione, anche di fronte a problematiche come, ad esempio, il fatto di dover lavorare nelle giornate di festa senza neanche essere retribuiti. Inoltre, nessuna garanzia reale del contratto di lavoro: spesso, infatti, i dipendenti lamentano di non poter fare riferimento ad alcun tipo di strategia effettiva.

 

Read Full Article

Pioli a rischio. Dopo la sconfitta contro il Crotone la società nerazzurra manda la squadra in ritiro da giovedì

Pioli a rischioL’Inter è uscita sconfitta per 2 – 1 dallo “Scida” di Crotone e la società vuole correre subito ai ripari per evitare guai peggiori in vista del Derby di sabato all’ora di pranzo.

I calciatori nerazzurri non hanno potuto godere del consueto lunedì di riposo, ma sono stati “invitati” dalla società ad impegnarsi di più allenandosi, per farsi trovare pronti con un giorno di anticipo alla Pinetina, dove insieme a mister Pioli, prepareranno al meglio la partita contro il Milan, che non potranno assolutamente sbagliare.

L’Inter di quest’anno ha dimostrato di saper fare tanti progressi che la hanno vista tirarsi fuori dai guai, ma anche di riuscire a precipitare brutalmente in partite sicuramente molto imbarazzanti, esattamente come quella contro i calabresi che ha portato a questa importante perdita.

Le cause degli scarsi risultati prodotti dall’Inter, potrebbe stare nei giocatori che a volte hanno comportamenti non consoni a giocatori di livello, che stanno sul taccuino dei pagamenti di una grande squadra, ma anche nella guida tecnica di un allenatore come Stefano Pioli, che a volte non riesce a tenerli compatti sotto la sua guida.

Read Full Article

Motogp Argentina news: Valentino Rossi è velocissimo e conquista un secondo posto dopo le non promettenti prove

Grandi emozioni sul circuito argentino di Termas de Rio Hondo, dove Vilanes assieme al compagno di squadra Valentino Rossi, sono riusciti ad ottenere una doppietta: il primo non può che essere al settimo cielo per il secondo successo stagionale, mentre Valentino è felicissimo per il risultato ottenuto in gara dopo le difficoltà avute durante le prove.

Motogp Argentina newsVilanes dichiara di essersi trovato meglio in Argentina che in Qatar e, che la gara fatta su questo circuito è stata molto più bella: dice che la caduta di Marquez non ha influito più di tanto sulla vittoria conquistata, perché la moto ha risposto bene e che probabilmente lo avrebbe passato comunque.

Lo spagnolo concede dunque il bis e, sfruttando al massimo la sua M1 , riesce a mettere in tasca i fondamentali 25 punti che lo mettono ampiamente in corsa per il titolo mondiale.

Valentino Rossi, dall’alto della sua esperienza, ammette di aver incontrato difficoltà durante la gara ma anche di essere riuscito in gara, ad ottenere un grandissimo secondo posto, identificando sin da subito in Crutchlow, il suo avversario per il podio.

Marc Marquez è il vero sconfitto della gara, trovando la causa nella caduta che non riesce a spiegarsi totalmente, in quanto il davanti della sua moto si è bloccato all’improvviso provocando la caduta.

Read Full Article

Giornata su autismo: non è una malattia. È importante fare consapevolezza su una sindrome che spesso è oggetto di frasi fatte e luoghi comuni

Nella giornata di ieri, domenica 2 aprile 2017, è stata celebrata la Giornata Mondiale dedicata alla consapevolezza sull’autismo: una vera e propria sindrome che, per quanto possa essere ad oggi molto conosciuta rispetto a circa 40 anni fa, è anche particolarmente cresciuta, di circa 10 volte, rispetto allo stesso periodo.

Giornata su autismoOccorre quindi, oggi più che mai, proporre la giusta campagna di sensibilizzazione nei confronti di questa sindrome che, spesso, mette subito in ansia i genitori il cui figlio è affetto da autismo. La Giornata dedicata alla consapevolezza serve proprio a questo: a sensibilizzare gli altri nei confronti di una sindrome su cui, spesso, si dice tutto ed il contrario di tutto e si fa cattiva informazione. Come quella secondo la quale i bambini autistici capiscono tutto, o quella secondo cui, al contrario, i bambini autistici sono violenti ed aggressivi e non riescono a capire ciò che accade attorno a loro.

Ma cos’è effettivamente l’autismo e come esso viene scoperto? Partiamo con il sottolineare che, per quanto spesso si sbagli, l’autismo non è una malattia, ma una sindrome. E questo significa che non va “curata” ma va compresa, studiandone le caratteristiche individuali, che colpiscono ogni bambino in maniera differente. Essa può essere determinata da una serie di fattori, o meglio, da una combinazione di fattori, che può anche fare riferimento alla genetica, e la cui diagnosi può essere anche molto complessa.

Guarire dall’autismo è impossibile, proprio perché non si tratta di una malattia. Si può, tuttavia, trovare, insieme ai genitori, il giusto metodo per canalizzare le energie del bambino verso una strategia evolutiva differente, che rendano possibile una vita migliore, per sé stesso e per chi gli sta attorno. E, forse, una giornata sulla consapevolezza, non basta a fare tutto ciò.

Read Full Article

Settimana della Birra Artigianale 2017: la celebrazione avviene a Napoli, con eventi e degustazioni per conoscere la diversità di questa bevanda

Quella che stiamo per darvi è una notizia che potrebbe rendere felici tutti i grandi appassionati di bevande ed in particolare della tanto amata birra: a Napoli, infatti, proprio in questa settimana si celebra e si festeggia la bontà di questa bevanda, con la Settimana della Birra, uno degli eventi sicuramente tra i più amati anche per via della possibilità di conoscere, oltre che di degustare, anche le caratteristiche organolettiche di questa bevanda e di imparare ad apprezzarne l’artigianalità.

Degustazioni ed eventi, con cui si celebra, a Napoli ed anche in molte altre città della Campania, questa interessante bevanda, che differisce da quella industriale: l’evento è dedicato, infatti, alla birra prodotta artigianalmente, e promuove tra l’altro i birrifici, le birrerie, le associazioni e tutte quelle istituzioni anche di piccola entità che celebrano la birra artigianale.

Settimana della Birra Artigianale 2017Ma perché è così differente dalla birra industriale? Perché mentre quest’ultima viene in genere realizzata con l’ausilio di conservanti e di pastorizzazione, lo stesso non si può dire della birra artigianale, che invece viene prodotta con materie prime di ottima qualità e mantiene, grazie al particolare procedimento di produzione che non prevede l’uso di pastorizzazione, il suo sapore sempre integro e diverso da tutti gli altri.

Un gusto unico, per un a bevanda che potrà essere assaggiata a Napoli, questa sera, giovedì 9 marzo 2017, nelle birrerie che aderiscono all’iniziativa, come ad esempio il Murphy’s Law Pub, il Birrificio Flegreo, e Birra & Sushi da Hoppy Ending.

 

 

Read Full Article

L’Ice Totally Gaming ha chiuso i battenti, ma i discorsi che ancora fanno riferimento a questo evento continuano a “tenere banco” ed in modo positivo per quello che riguarda il gioco pubblico italiano ed i casino online con bonus. Ed a parlare in senso positivo di questo è un colosso indiscusso nel mondo del gioco, Sisal, che si è espresso sull’argomento sottolineando quanto il mercato italiano si sia distinto in questi anni e sia da ritenersi tra i più efficienti a livello europeo.

Il mercato italiano ha promosso, con sapienza, un gioco legale che garantisce la restrizione dell’accesso all’offerta da parte di minori ed un sistema di controllo efficace nel prevenire possibili “degenerazioni”. Ha introdotto tutti i giochi a disposizione nell’offerta online tenendo alta l’attenzione proprio su queste due particolarità e ponendo una tassazione sostenibile che ha consentito a circa cento operatori di gioco, tra nazionali ed internazionali, di operare sul mercato italiano molto efficacemente e con profitto.

Italian Briefing Legacy LondraQuesto è il parere come detto di Sisal espresso all’Ice di Londra nell’incontro “The Italian Briefing Legacy”. Ed ha anche aggiunto, per concentrare in pochi concetti i punti di forza della regolazione del nostro Paese, che gli operatori controllano in tempo reale le informazioni relative ad ogni nuova registrazione di conti di gioco e conseguentemente l’identificazione del giocatore. Ed anche che ogni operatore è tenuto a mettere a disposizione del giocatore strumenti di autoesclusione dal gioco al fine di proteggerli e prevenire comportamenti di gioco compulsivo.

Devono inserire obbligatoriamente sui propri siti di gioco, ed anche sul materiale promozionale, i messaggi di divieto di gioco ai minori utilizzando un logo apposito, messaggi anche di rischio di dipendenza causata dal gioco compulsivo e le corrette indicazioni sulle probabilità di vincita per ogni tipo di prodotto. Altra positività sul “lavoro degli operatori italiani” è la certificazione di tutti i giochi visto che le piattaforme sono sottoposte ad attività di verifica di conformità svolte dagli Enti certificatori. Come ultimo intervento sul gioco legale in Italia sono state adottate rigide misure di controllo sui siti legali con la conseguente inibizione ai siti illegali che ad oggi sono stati 6.200, e con la iscrizione degli stessi nella black list pubblicata da Adm.

Proprio Sisal, in “prima persona” poi, anche per il prossimo anno ha messo in campo misure di rinforzo per la promozione della cultura del gioco responsabile e dei casino online in linea con la Raccomandazione Europea del luglio 2014 ed ancora si sta lavorando per promuovere ulteriori azioni per rafforzare questo concetto e contrastare il gioco minorile ed il gioco problematico. Si potrebbe dire che chi “appartiene” al gioco italiano si sta dando parecchio da fare per arrivare a tutelare completamente i “propri clienti” e questo emerge se non in Italia almeno negli incontri o nelle tavole rotonde che vengono tenute fuori dai confini del territorio italico.

Si conclude poi, sempre da parte di Sisal, con qualche accenno al bando di gara per l’assegnazione delle nuove licenze che riguarderà 120 concessioni per il gioco online: sia operatori che rinnoveranno le concessioni in scadenza, che operatori intenzionati ad integrarsi legalmente nel mercato italiano, ma anche importanti e forti brand internazionali che vogliono investire nel mercato italiano. Questo, di conseguenza, potrebbe far recuperare un’altra fetta di mercato illegale ed “allargare” la tutela del gioco lecito e dei giocatori.

Read Full Article

Marco Masini instore tour: oggi si trova a Casalecchio di Reno, dove presenterà il suo nuovo disco

È partito da Firenze – città natale del cantante – l’instore tour di Marco Masini, che approfitterà di una serie di giornate per presentarsi al pubblico in una veste del tutto nuova e rinnovata, in occasione proprio del nuovo disco con cui inaugura il suo ritorno alla musica dopo una pausa di qualche anno.

Marco Masini instore tourIl nuovo album, dal titolo Spostato di un secondo – che può essere acquistato sin dal 10 febbraio scorso presso tutti i negozi di cd, negozi di elettronica abilitati, librerie e negozi online – presenta un Marco Masini in una veste innovativa e rinnovata, che ha sicuramente emozionato e fatto avvicinare una buona fetta di pubblico che negli anni non aveva mai provato interesse per la sua musica.

Ed in occasione della sua partecipazione a Festival di Sanremo 2017 – condotto da Carlo Conti, nel corso del quale Masini è arrivato 13esimo in classifica – il cantante ha pubblicato il suo nuovo disco, un disco che non tradisce la musicalità elettronica presente anche nella canzone portata a Sanremo.

Oggi, venerdì 17 febbraio 2017, alle ore 17.30, Marco Masini sarà presente al Media World del centro commerciale Shopville Gran Reno di Casalecchio di Reno (Bologna), per presentare il suo album e per rispondere alle domande del suo pubblico e dei suoi fan. Una piccola sessione sarà dedicata a chi ha acquistato il cd presso il negozio: sarà possibile, per chi sarà munito di pass, fare una foto con il cantante e ricevere il suo autografo sulla copia acquistata.

Read Full Article

E’ riuscita a sbaragliare la concorrenza di altre nove bellissime località, ma a trionfare è stata la meravigliosa Palermo incoronata Capitale italiana della cultura 2018.

Il primo annuncio era stato fatto il 31 gennaio scorso dal ministero dei Beni Culturali Dario Franceschini con la comunicazione da Roma della decisione presa dalla giuria guidata da Stefano Baia Curioni.

Subito la festa vera e propria è iniziata direttamente in casa con l’illuminazione delle colonne del Teatro Massimo con le tinte del tricolore nazionale. Del resto era un traguardo ambito e atteso da anni, come sa bene il sindaco Leoluca Orlando che, in Patria come all’estero, non perde mai occasione per ricordare, sottolineare, evidenziare tutta la bellezza della sua città.

Palermo capitale della culturaPalermo ha dovuto vedersela con Alghero, Aquileia, Comacchio, Ercolano, Montebelluna, Recanati, Settimo Torinese, Trento e con l’Unione dei Comuni vicini di casa elimo-ericini (da Buseto Palizzolo a Custonaci, Erice, Paceco, San Vito Lo Capo e Valderice); come a dire una concorrenza davvero agguerrita che rende questa proclamazione ancora più sentita.

Per l’importante vittoria un contributo prezioso, se non essenziale, è arrivato dal dossier ad hoc che era stato presentato al Ministero, del quale la giuria ha riconosciuto l’elevata qualità informativa; inoltre anche per la significatività del progetto e la sua sostenibilità.

Del resto lo ha detto lo stesso Stefano Baia Curioni chiarendo che il titolo di Capitale italiana della cultura è proprio un riconoscimento alla capacità del progetto presentato, e non alla città che sia più bella o che abbia la storia più interessante. Su cosa abbia puntato Palermo per sbaragliare le concorrenti, è presto detto.

In primis sulla sua posizione da sempre strategica e sulla sua storia che si perde nella notte dei tempi: due elementi che l’hanno resa da sempre come un mosaico culturale, “luogo di interfacce culturali” come si legge nel dossier di candidatura.

Certamente ha giocato il suo ruolo anche il fatto che nel 2018 Palermo ospiterà ‘Manifesta 12’, importantissima biennale di arte contemporanea nota e apprezzata a livello mondiale. Mescolare, dunque, gli eventi legati alla biennale con quelli collegati a Capitale della cultura italiana formeranno un mix davvero incredibile.

Questo riconoscimento prevede l’arrivo dal Ministero di un milione di euro che la città investirà per realizzare il progetto presentato, come per esempio la creazione di una piattaforma telematica “cultura e tempo libero” che diventi vero e proprio portale del territorio a tutto tondo.

Read Full Article