Categoria: Economia

Chiedere e ottenere un prestito non è così semplice nel nostro Paese, in quanto è necessario avere una solida situazione creditizia, che consenta alla banca di avere delle certezze per quanto riguarda la nostra possibilità di saldare le rate.

Nonostante questo, non è invece così difficile ottenere un preventivo, che riguarda le spese accessorie, le rate mensili, gli interessi e così via.

Come ci dicono anche sul sito http://www.ilprestitoveloce.com/2017/03/preventivo-prestiti-agos/, ottenere un preventivo non significa avere la certezza che il prestito sia poi effettivamente erogato. Questo dato però ci consente di selezionare gli istituti di credito a cui rivolgerci.

Dove trovare più preventivi

Prestiti o finanziamentiFino a pochi anni fa per avere un preventivo realistico riguardo ad un finanziamento era necessario recarsi in banca, allo sportello, o anche in una finanziaria.

La questione più scomoda di queste aziende sta nel fatto che i loro uffici in genere non sono aperti per molte ore al giorno, quindi per recarvisi era necessario prendere almeno qualche ora di permesso dal lavoro. Anche perché le banche aperte di sabato, o durante l’intervallo pranzo, sono veramente poche.

Oggi le cose sono molto più semplici, grazie al fatto che buona parte degli istituti di credito consentono ai loro clienti di verificare la fattibilità di un prestito direttamente sul loro sito internet. Per farlo è sufficiente avere a disposizione i dati identificativi del richiedente e un documento che ne attesti il reddito mensile.

Alcune banche permettono addirittura di svolgere tutte le pratiche online, sfruttando dei metodi di firma digitale. In pratica si può richiedere un prestito senza uscire di casa, ottenendo i soldi richiesti direttamente sul propri conto corrente, con il quale poi saranno pagate le rate per l’ammortamento.

I comparatori

Tra i siti da visitare quando si ha la necessità di richiedere un finanziamento i più interessanti sono i comparatori, appositamente studiati per confrontare tra loro le condizioni e le offerte di diverse banche e istituti di credito.

Anche in questo caso è necessario inserire qualche dato identificativo del richiedente, come ad esempio l’età e il reddito mensile presunto. Come risultato si avrà un elenco delle offerte che meglio rispondono alle richieste del cliente. Per poi perfezionare la questione si dovrà comunque accedere al sito della specifica banca, o anche andarci di persona.

Il faccia a faccia

Anche se i comparatori e i siti internet delle banche hanno reso molto più semplice capire quali siano le offerte più interessanti disponibili per quanto riguarda i prestiti, spesso c’è ancora chi preferisce andare allo sportello, per parlare con un consulente.

In molti casi in questo modo è possibile presentare richieste particolari, come ad esempio sfruttare le credenziali di un garante per ottenere un prestito anche in caso di assenza di reddito, o ottenere qualche servizio aggiuntivo, non disponibile sulle offerte base.

Non è però che le due cose si escludano a priori, si può usare un comparatore per trovare le offerte migliori, per poi stamparle e recarsi presso la banca in cui si ha il conto corrente, mostrando le proposte della “concorrenza” in modo da ottenere condizioni migliori rispetto a quelle presentate sul sito aziendale.

Read Full Article

Promozione Nutella in Francia: supermercato vende il barattolo da 950 grammi a 1,41 euro, ed i consumatori arrivano alla rissa

È stata davvero una promozione eccezionale e quasi senza paragoni, quella che ha riguardato la nota crema spalmabile alla nocciola e cacao Nutella – di marca Ferrero – e che è stata lanciata dal noto supermercato francese Intermarchè.

Promozione Nutella in FranciaUna offerta davvero “da leccarsi i baffi” e tale da provocare addirittura non solo infinite code al supermercato, ma anche una vera e propria rissa che è stata generata dalla sensazionale proposta commerciale che ha reso possibile, appunto, la battaglia tra i consumatori francesi. Un prezzo, quello del barattolo di Nutella, che non si era mai visto nemmeno in Italia: sugli scaffali del noto supermercato della Francia, infatti, i consumatori hanno potuto vedere un importo pari a 1,41 euro anziché 4,70 euro, come spesso chiaramente accade.

Il risparmio per i consumatori che hanno potuto acquistare la Nutella al prezzo vantaggioso per barattolo da 950 grammi è stato del 70%, ma molti di essi non sono riusciti a fare il loro acquisto, dal momento che il prodotto è stato quasi subito esaurito. In qualche centro, poi, è stato addirittura necessario l’intervento delle forze di polizia per sedare gli animi.

Read Full Article

Chi vuole cominciare a fare trading online senza commettere troppi errori dovrebbe prevedere un periodi iniziale di ricerca e approfondimento, in modo da formarsi una base di capacità da spendere in questo ambito.

Se infatti la prassi del trading online, l’effettivo aprire e chiudere gli affari, è un compito abbastanza semplice da svolgere, la scelta del singolo asset su cui investire e la previsione dell’andamento della sua quotazione non sono cose così semplici da effettuare. Per questo motivo ogni nuovo trader dovrebbe sfruttare tutti gli strumenti che si possono trovare in rete.

I siti di approfondimento

guide al trading onlineTra le guide più interessanti sul trading online ci sono quelle dei siti dedicati a questo argomento. Stiamo parlando dei portali di divulgazione, che propongono tutorial e guide di vario genere, di solito suddivise per argomento ma anche per complessità.

Alcune guide infatti sono più utili al neofita, altre invece sono degli approfondimenti specifici per chi fa trading da lungo tempo. Un ottimo strumento per iniziare è questa guida su IQ Option, tanti suggerimenti e informazioni dedicati ai diversi ambiti del trading online, soprattutto per quanto riguarda le opzioni binarie.

Su questi siti si trova dell’ottimo materiale formativo, ma anche tanti consigli specifici, recensioni dei migliori broker o anche opinioni degli altri utenti.

I siti dei broker

I broker hanno tutto l’interesse nel fare in modo che i loro clienti abbiano successo nel trading online. Del resto un trader che rinuncia alla sua attività può essere visto, da parte del broker, come mancato guadagno. I broker infatti ottengono le loro entrate dalle singole transazioni dei loro clienti.

Certo, guadagnano anche dalle attività in perdita, ma se un trader perde tutto il suo capitale per forza di cose smetterà di operare sulla piattaforma di trading proposta dal broker. Per questo motivo tantissimi broker offrono guide e corsi di ogni tipo ai loro clienti, con a volte anche un vero e proprio tutor in carne e ossa che si occuperà di seguirci durante la nostra attività e di darci qualche consiglio.

Alcuni broker offrono a tutti i loro clienti qualsiasi tipo di materiale, altri invece propongono conti da attivare con il pagamento di un abbonamento, che dà poi diritto ad una serie di servizi, tra cui anche guide e corsi gratuiti. La scelta del broker passa anche attraverso l’analisi della quantità di materiale messo a disposizione per i suoi clienti.

Read Full Article

Controlli fisco: vengono effettuati più regolarmente sui versamenti oppure sui prelievi bancari o allo sportello? Quali sono i comportamenti più diffusi per effettuare in maniera lecita il controllo fiscale ed evitare così l’evasione, un vero e proprio dramma in Italia?

Controlli fiscoSono i prelievi, oppure i versamenti sui conti correnti bancari, ad essere considerati in maniera importante dal fisco per quel che riguarda i controlli che vanno portati avanti da parte del fisco? È questa una domanda chiaramente molto diffusa che, ad oggi, è sicuramente abbastanza comune porsi, in merito alle varie vicissitudini che accadono quotidianamente.

I controlli fiscali, si sa, rappresentano sicuramente una paura e motivo di timore per molti, ma bisogna pur ammettere che essi sono, al giorno d’oggi, dei controlli che si rendono necessari affinché abbia modo il controllo dell’evasione fiscale – alla base, spesso, anche delle tasse elevate per i cittadini che pagano regolarmente e che fanno, in maniera lecita e regolare, il loro dovere di contribuente.

Ma quali sono i controlli effettivi che vengono effettuati? Versamenti in contanti e bonifici bancari sono i controlli più diffusi sui contribuenti normali – ovvero dipendenti e disoccupati – mentre per quel che riguarda i professionisti, anche i prelievi possono essere motivo di controllo.

Read Full Article

Risparmio a Natale: la spesa può essere fatta controllando preventivamente i volantini dei supermercati

Le feste di Natale – che come sappiamo iniziano il 24 dicembre e terminano, con l’ultima festività, il 6 gennaio – portano sempre spese da affrontare. Una spesa che riguarda ovviamente gli acquisti alimentari e quelli legati, ad esempio, ad imbandire le tavole, e che è certamente una spesa importante, che si somma ovviamente a tutte le altre, quelle destinate ai regali e non solo.

Risparmio a NataleA Natale, infatti, se da una parte è vero che, come recita un celebre spot televisivo, siamo tutti più buoni, dall’altro ci costringe anche a far fronte ad alcune uscite economiche non indifferenti: i regali, il cibo, ma anche le bollette salate. Come fare, allora, per risparmiare un po’?

Nell’approfondimento di oggi pensiamo sia bene parlare di uno specifico settore, che può rappresentare chiaramente una scelta sostanziale e molto importante per risparmiare sulla spesa alimentare. Infatti, la scelta del risparmio ed un discorso simile può essere applicato anche alle varie spese di Natale: studiate bene i volantini dei supermercati della vostra zona, e, a seconda di ciò che vi serve, prendete le varie cose laddove costano meno. Anche in questo caso il risparmio è assicurato.

Read Full Article

Come risparmiare sui regali: una scelta efficace, che però non deve riguardare necessariamente solo le festività natalizie ma deve fare riferimento anche a tutte le feste, come compleanni, onomastici, e molto altro

Come risparmiare sui regaliIl Natale è un periodo in cui sempre più spesso ci si affida alla tradizione. E la tradizione prevede, chiaramente, prima di tutto molte spese, dal punto di vista economico, per quel che riguarda non solo l’effettivo costo di pranzi e cene, ma anche per quel che riguarda i regali di Natale.

È molto importante, e lo sappiamo molto bene adesso più che mai, cercare di risparmiare durante le festività, optando per regali semplici e d’effetto ma anche economici: e risparmiare sui doni non deve essere una scelta efficace solo durante le feste di Natale, ma in generale in tutte le situazioni dell’anno, come ad esempio feste di compleanno, onomastico, e molto altro.

Chiaramente non bisogna peccare di avidità o di taccagneria, ma si può comunque fare un minimo di attenzione, per poter avere il portafoglio meno leggero a Natale. Anzitutto, i regali: non riducetevi all’ultimo minuto, ma fateli per tempo, magari mesi prima, approfittando anche di sconti e promozioni laddove applicati. Il Black Friday e il Cyber Monday, in questo senso, possono capitare a fagiolo. Questo, inoltre, vi alleggerisce anche dallo stress di cercare disperatamente i doni negli ultimi giorni.

Read Full Article

Regali al risparmio: ecco la realtà che rappresenta questo Natale 2017 e le ultime novità in merito ad una festa che premia anche l’oculatezza e non solo l’abbondanza

Regali al risparmioPotrebbe essere considerata come una vera e propria realtà del Natale 2017, quella di cui stiamo per parlare: i regali al risparmio sono infatti un’opzione molto importante, quando il denaro a nostra disposizione non è molto e quando i regali da fare, al contrario, sono molti di più rispetto alle nostre reali possibilità.

Risparmiare durante le feste di Natale potrebbe essere una scelta comunque oculata ed importante, e non è detto che il risparmio che si riesce ad ottenere sia per forza da considerare come un aspetto negativo. Al contrario, invece, possiamo chiaramente ammettere che un dono fatto con furbizia ed un pizzico di astuzia – pensiamo ad esempio al fatto di donare qualcosa che abbiamo acquistato online, magari con un’offerta – è certamente una scelta importante.

La fine dell’anno, si sa, generalmente viene accolta dai più con una certa gioia, in maniera quasi spasmodica. I regali sotto l’albero, le decorazioni, i pasti prelibati, le ferie e le vacanze. Tuttavia, le varie festività di Natale comportano anche degli stress non indifferenti, su tutti quelli per le varie spese.

Read Full Article

Quando un investitore alle “prime armi” si avvicina al mondo del trading online, rischia di convincersi che per poter ottenere dei lauti guadagni sia sufficiente copiare quel che fanno i grandi investitori, nell’illusione che inserendosi nella loro “scia” si possa partecipare a rendimenti straordinari senza grande fatica. Ma è davvero così semplice poter ottenere un profitto sui mercati finanziari? O sarebbe più opportuno rapportarsi nei confronti dei “guru” della finanza in maniera un po’ più attiva?

In primo luogo, come ci ricorda il sito internet migliori-investimenti, sarebbe opportuno evitare di seguire in maniera troppo passiva i grandi investitori, e preferire invece cercare di capire come si comportano sui mercati finanziari. Non sempre infatti le operazioni che compiono i guru della finanza più in vista sono indicate anche per l’investitore medio.

consigli grandi investitoriPensate – a titolo di esempio – a quando una grande banca di investimento fornisce sul mercato la raccomandazione sull’acquisto di un certo titolo. Contrariamente a quanto si possa pensare, le sue valutazioni non sono mai limitate al solo titolo in sé, bensì al fatto che quando pensano a quel titolo, pensano contemporaneamente all’intero mercato, o almeno agli altri titoli principali che detengono in portafoglio, svelando pertanto una logica di raccomandazione che è molto più complessa di quanto possa sembrare.

Quanto sopra conduce poi a diversi livelli di valutazione consequenziale, con l’effetto più importante rappresentato dal fatto che i risultati saranno spesso diversi da quelli che ci si aspetta. È pur vero che le banche di investimento che fanno delle raccomandazioni lo faranno indicando dei titoli che sono realmente “buoni”, ma è anche vero che spesso così facendo vengono scartati altri titoli che, per la liquidità non adeguata a un grande portafoglio o perchè non sono compresi in un certo indice, non vengono ritenuti o classificati come “idonei” per il grande investitore, ma sarebbero invece straordinariamente convenienti per il piccolo investitore.

Anche in questo caso, giova compiere qualche esempio. Limitandoci al solo comparto di Borsa Italiana, quasi mai le grandi banche di investimento elaborano delle valutazioni sulle azioni di risparmio, poichè tali istituzioni finanziarie non le considerano indicate per le proprie strategie, ma sarebbero invece spesso appetibili per l’ottica del piccolo investitore.

A ciò si aggiunga anche il fatto che gli errori degli analisti più noti abbondano, e che nessuno è infallibile. Meglio pertanto evitare di fidarsi ciecamente degli “esperti”, preferendo invece una fase prolungata di interpretazione e di comprensione di quali sono le determinanti che hanno condotto a certe determinate mosse.

Chiarito quanto precede, le stesse considerazioni – con qualche distinguo – potrebbero ad esempio farsi per i singoli investitori che “trainano”, con social e copy trading, altri follower. Anche loro non sono certamente infallibili, e anche i loro comportamenti non dovrebbero essere copiati con troppa passività: meglio invece fermarsi a comprendere come sono nate certe valutazioni da parte degli analisti più affermati, e comprendere se effettivamente quelle determinate raccomandazioni possano inserirsi proficuamente nel proprio portafoglio finanziario, o sia preferibile optare per altre forme di impiego.

Read Full Article