Categoria: Attualità

Giovane denunciato dai genitori: aveva ucciso un uomo di 60 anni provocando un incidente stradale

Giovane denunciato dai genitoriÈ stato denunciato dai suoi stessi genitori, il giovane di diciotto anni che, ad Eraclea – in provincia di Venezia – aveva raccontato una serie infinita di bugie che riguardavano una situazione molto delicata e particolare: parliamo infatti del giovane che, nella mattinata di oggi, tra le cinque e le sei del mattino, ha avuto un incidente molto grave colpendo ed uccidendo, suo malgrado, un turista sloveno di 60 anni.

Il ragazzo, chiaramente e visibilmente spaventato, è tornato a casa in condizioni psicologiche ed emotive molto devastate ed ha raccontato alla famiglia di aver avuto un incidente da solo con l’automobile. I genitori, però, osservando e riconoscendo lo stato emotivo del giovane, non sono riusciti a credere alla sua versione ed hanno deciso di ripercorrere quella stessa strada a ritroso, per comprendere cosa fosse accaduto davvero. Mentre si trovavano per strada, i due si sono imbattuti in un luogo alle porte della zona marittima di Eraclea, dove i carabinieri del posto stavano facendo i rilievi in merito alla morte dell’uomo. I genitori del ragazzo, chiaramente agitati e in preda alla paura, hanno parlato con i carabinieri ed hanno così deciso di raccontare l’accaduto: il giovane è stato quindi fermato con le accuse di omicidio stradale e omissione di soccorso.

Read Full Article

Beta di iOs 11 in arrivo per iPhone e iPad: ecco le interessanti novità

Beta di iOs 11Gli iPhone e gli iPad, senza ombra di dubbio, sono alcuni fra gli apparecchi elettronici più famosi e più performanti al mondo. D’altronde, hanno creato due veri e propri settori di dispositivi a livello internazionale, rispettivamente quello degli smartphone e dei tablet, che prima di allora neppure esistevano. Tuttavia, se da un lato è giusto celebrare la scheda tecnica, le varie caratteristiche e peculiarità a dir poco strabilianti di questi device (oltre alle innovazioni che propongono annualmente), d’altro canto non bisogna scordare che grande merito va anche alla loro “anima”, il loro cuore pulsante. Ci stiamo ovviamente riferendo al sistema operativo, che a breve arriverà finalmente alla versione di iOS 11.

E così, da pochi giorni, il noto gigante tecnologico statunitense Apple, ha reso disponibile la settima beta di iOS 11, naturalmente sui modelli più recenti di iPad (i Pro sia di vecchia che di nuova generazione, i Mini e gli Air) e di iPhone (quelli appartenenti alle famiglie 7 e 6, l’ SE ed il 5S). In questo modo, si potrà vedere in maniera ancora più dettagliata come potrebbe essere il prossimo sistema operativo sviluppato dalla casa di Cupertino, e che spingerà al massimo le prestazioni dei vari iPhone e iPad.

Read Full Article

Playoff di Champions: Maurizio Sarri vuole avere con il suo Napoli molto prestigio e per questo pensa ad ottenere la vittoria anche nella gara di ritorno in programma a Nizza

Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri ha le idee chiare e parlando in conferenza stampa fa intendere la voglia di cominciare nel migliore dei modi la nuova stagione.

Playoff di ChampionsSono state molteplici le domande dei giornalisti e il mister risponde in merito alle condizioni di Martens che ha subito un colpo sul dito del piede non riuscendo a mettere in maniera agevole gli scarpini.

Parla anche della preoccupazione che potrebbero infondere le prestazioni di due giocatori di livello come Snejider e Balotelli che questa volta scenderanno in campo dopo la loro assenza nella gara di andata.

Quindi bisognerà essere di gran lunga più bravi se si vuole ottenere la vittoria anche nella gara di ritorno in quanto, la rosa del Nizza che scenderà in campo avrà maggiore qualità e non avrà possibilità di errore se vuole essere nelle condizioni di fare una rimonta. Il Napoli sulla carta appare favorito anche per la gara di ritorno ma la squadra francese ci crede ancora mantenendo le speranze di fare una buona e proficua gara.

Read Full Article

Indagini Niccolò Ciatti: arrestate tre persone, ma per il giovane non c’è stato niente da fare. Testimonianze sostengono: soccorsi in ritardo e totale omertà

Indagini Niccolò CiattiSi continua a indagare sulla morte del giovane Niccolò Ciatti: il ragazzo, di soli 22 anni, è stato infatti duramente colpito e aggredito da alcuni giovani che si trovavano in discoteca, a Lloret de Mar, con i quali, secondo le prime testimonianze, ci sarebbe stato un diverbio che avrebbe spinto poi gli aggressori ad uccidere il giovane.

Niccolò non ce l’ha fatta: per lui, solo un giorno di coma in ospedale. Le lesioni erano troppo importanti e il ragazzo non è riuscito in alcun modo ad affrontare la situazione, che era già disperata al suo arrivo in ospedale. Adesso saranno le indagini a chiarire cosa sia accaduto realmente, ma pare che già tre persone siano state arrestate: secondo le prime testimonianze, chi ha aggredito ed ha colpito in faccia Niccolò ha agito quasi come un animale, con la stessa brutalità di chi non intende lasciare scampo. Insomma, chi ha colpito voleva colpire ed uccidere: e ciò che è peggio è che nessuno ha fatto niente per salvarlo, nessuno ha fermato gli aggressori, ma solo tante persone a cercare di riprendere l’accaduto con i telefonini.

 

Read Full Article

Niccolò ucciso in Spagna: in discoteca, preso a calci e pugni sul viso. Per lui non c’è stato nulla da fare

Niccolò ucciso in SpagnaÈ stato ucciso in discoteca, a Lloret de Mar, in Spagna, il giovane fiorentino Niccolò il quale si trovava proprio in questi giorni in vacanza, a qualche chilometro da Barcellona: secondo i testimoni, pare che il ragazzo sia stato preso a calci e a pugni sul viso e che nessuno delle persone presenti sul posto abbia cercato di fermare gli aggressori.

Cosa sia accaduto davvero è difficile dirlo: saranno le indagini a chiarire come siano andate effettivamente le cose, ma ciò che è certo è quanto sostengono i testimoni, tra cui un caro amico del ragazzo che, sconvolto, ha raccontato ai media cosa sia accaduto in quel frangente. Il giovane amico della vittima ha infatti raccontato di un diverbio tra Niccolò ed alcune persone presenti in discoteca, ma nulla di grave, anche perché Niccolò non era un attaccabrighe.

Aveva solo 22 anni, Niccolò Ciatti, e una vita davanti: dopo esser stato colpito più volte duramente, il ragazzo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Josep Trueta di Girona, ma dopo un giorno di sofferenze atroci, si è spento. Non c’è stato nulla da fare per il giovane, e l’amico lamenta: “I soccorsi sono arrivati in ritardo”.

Read Full Article

Dual camera su Samsung Galaxy S9 e Note 9: device tra i più attesi, ecco le ultime informazioni

Dual camera su Samsung Galaxy S9 e Note 9Non c’è davvero dubbio sul fatto che il Samsung Galaxy Note 8 sia uno degli apparecchi telefonici più attesi non soltanto di quest’anno, ma di tutti i tempi in generale. D’altronde, il phablet non soltanto è chiamato a dare continuità al progetto già avviato con il Samsung Galaxy S8 e con il Samsung Galaxy S8 Plus, ma anche a restituire credibilità alla gamma Note, sprofondata nel pantano la scorsa estate a causa dell’incredibile debacle patita dallo sfortunato Samsung Galaxy Note 7. Saranno diversi gli elementi di spicco del nuovo phablet di top gamma: su tutti, l’attesissima doppia fotocamera posteriore, che a quanto pare verrà riproposta anche su altri dispositivi che avverranno in futuro. Il riferimento è chiaro, e riguarda il Samsung Galaxy S9 ed il Samsung Galaxy Note 9.

Il Samsung Galaxy S9 presumibilmente verrà rilasciato intorno alla primavera del 2018, mentre il Samsung Galaxy Note 9 giungerà non prima della stagione autunnale del 2018. Questi due device, chiaramente, sono chiamati a migliorare ulteriormente alcune features già lanciate da Samsung: l’infinity display per primo chiaramente, ma anche la doppia fotocamera di cui abbiamo già parlato. E che, a quanto pare, diverrà prerogativa degli smartphone Samsung che usciranno nel futuro. Conferme in tal senso sono giunte da fonti piuttosto autorevoli, e la logica stessa spinge verso tale direzione.

Read Full Article

Mondiali atletica: l’atleta azzurro dopo tre errori è costretto a saltare la misura d’ingresso in finale dei 2,31 m e quindi non riesce a qualificarsi

Mondiali atleticaNon ce l’ha fatta Tamberi e lo sconforto ha preso il sopravvento in lui, mentre gli altri atleti spendevano le proprie forze per potersi qualificare alla finale lui era a terra disperato e in lacrime per l’eliminazione.

Gimbo Tamberi ha avuto parecchie difficoltà ed ha commesso parecchi errori, troppi per raggiungere la qualificazione: infatti, dopo il terzo errore non ha potuto compiere il salto della misura d’ingresso in finale ed è apparsa inevitabile la sua eliminazione.

Gianmarco Tamberi nel salto in alto ha mostrato di valere davvero tanto, infatti nell’anno 2016 è stato campione sia mondiale a Portland che campione europeo ad Amsterdam.

Il campione, dopo gli interminabili momenti di disperazione, si è presentato ai giornalisti non riuscendo sin da subito a parlare per le lacrime che ancora lo rendevano singhiozzante.

L’atleta azzurro alla fine ce la fa a sfogare la sua delusione: Gimbo sostiene che le cose sarebbero dovute andare in altro modo e che avendo lavorato davvero tanto per raggiungere la finale di Domenica non riesce a capacitarsi della mancata occasione di potersi qualificare in finale.

Read Full Article

Donna punta da zanzara: le vengono amputati i piedi ed il braccio sinistro. La causa? Una setticemia dovuta a streptococco

Donna punta da zanzaraÈ stata operata d’urgenza, Sonja Kujas, la donna tedesca – di Colonia, in Germania – che era stata punta, qualche giorno fa, da una zanzara dall’apparente innocuità: la donna era stata punta mentre si trovava in prossimità dei bidoni dell’immondizia dove si era recata per gettare la spazzatura, ed anche se ad un primo momento era sembrato che alla vittima non fosse accaduto nulla di strano, dopo i primi minuti si è immediatamente capito che qualcosa non andava.

E così, la donna ha iniziato a percepire dei sintomi che l’hanno fatta immediatamente preoccupare, come ad esempio giramenti di testa e dolori ai muscoli: così, il marito di Sonja ha deciso di portarla subito in ospedale, dove alla donna sono state date le prime cure. Tuttavia, i medici hanno preso subito sottogamba la situazione, ammettendo che si trattava comunque di una reazione più che normale e poi, dopo il peggioramento delle condizioni di salute della donna – che è anche entrata in coma per una settimana – si è deciso di amputarle i piedi ed il braccio sinistro. La causa di questa reazione? Una setticemia da streptococco.

Read Full Article