Categoria: Attualità

Arrestato untore HIV Ancona: sapeva di essere sieropositivo, ma non esitava ad avere rapporti non protetti con le sue partner senza dire nulla della sua malattia

Arrestato untore HIV AnconaÈ stato arrestato l’uomo di 35 anni che da ben 11 anni diffondeva come un vero e proprio untore la sua malattia: lo ha fatto causando la trasmissione del virus dell’HIV potenzialmente a circa 200 persone, anche se le indagini sono ancora in corso.

Il suo fermo è stato reso possibile grazie alla denuncia di una donna che si è rivolta alla Polizia di Stato dopo essere risultata positiva al test dell’hiv presso il reparto di malattie infettive dell’Ospedale cittadino di Torrette: il test è stato fatto dalla stessa in quanto presentava alcuni sintomi che potevano far destare alcuni sospetti sulla malattia.

La donna ha avuto una relazione con l’uomo dove c’erano stati anche dei rapporti sessuali non protetti che, con ogni probabilità avrebbero trasmesso la malattia: le forze dell’ordine avrebbero perquisito l’abitazione dell’uomo, sequestrando ogni dispositivo elettronico, da egli utilizzato per andare alla ricerca di donne con le quali poter avere una relazione.

Il trentacinquenne, al momento dell’arresto avrebbe negato inspiegabilmente l’esistenza della sua malattia e adesso si trova tra le mura della casa circondariale di Ancona.

Read Full Article

Calciomercato: Nainggolan vuole arrivare all’Inter. Ecco quali sono state le dichiarazioni in merito

La Roma ha deciso di fare cassa con uno dei suoi big: Nainggolan è vicinissimo all’Iter anche se la società vorrebbe cederlo all’estero per non dare forza ad una diretta avversaria

CalciomercatoIl calciomercato estivo potrebbe far cambiare i colori della maglia ad un altro giocatore fortissimo del campionato italiano che vede ormai la sua squadra attuale di appartenenza lontana da lui e ha dato la sua massima disponibilità di passare all’Inter che ha mostrato grande interesse per il giocatore belga.

La Roma vorrebbe cederlo in quanto la scelta societaria nell’attuale sessione di calciomercato prevede la cessione in giocatore forte: Nainggolan potrebbe dare grande ossigeno alle casse della società capitolina e permettere di potersi muovere più agevolmente nel mercato.

La richiesta economica per la cessione del giocatore belga appare per adesso troppo alta per l’Inter: la Roma chiede 40 milioni di euro che non sono compatibili con la situazione finanziaria della società nerazzurra, ma che potrebbero essere la cifra giusta per una società estera.

Ad ogni modo l’Inter cercherà in ogni modo di far suo il cartellino Nainggolan, in quanto l’amore tra società e giocatore sembra essere già scoppiato e il belga non vede l’ora di abbracciare mister Luciano Spalletti.

Read Full Article

Tragedia per il campione di Sci: muore la piccoletta, la bimba di Bode Miller, cadendo e annegando in piscina

ragedia per il campione di sciDopo la prematura scomparsa del fratello minore, una nuova sconvolgente tragedia ha scalfito la vita del campione di sci Bode Miller: la figlioletta di appena 19 mesi è rimasta coinvolta in un tremendo incidente che l’ha vista annegare in una piscina di Cota de Caza, a Los Angeles, presso la casa dei vicini di famiglia Miller che avevano organizzato una festa.

Il nome della piccola era Emeline che è stata soccorsa in acqua dai sanitari e successivamente ricoverata: il lavoro svolto dagli stessi è stato purtroppo inutile, e il decesso è stato dichiarato nella giornata di domenica.

La polizia di Orange County sta indagando sul tragico accaduto, cercando di ricostruire i fatti e le circostanze che abbiano potuto causare gli effetti fatali sulla povera Emmy: intanto Boden Miller appare per ovvi motivi sconvolto dalla scomparsa della sua piccola e dice di non aver mai pensato che nella vita si potesse provare un dolore così forte come quello sta provando adesso per la scomparsa della figlioletta.

La tragedia ha coinvolto nuovamente Miller che 5 anni fa aveva visto la moglie perdere un bambino e perdere il fratello per un attacco epilettico a soli 29 anni.

Read Full Article

Calcio femminile: la Nazionale Italiana si qualifica a Francia 2019. Nell’anno dell’assenza dei colleghi dell’altro sesso a Russia 2018, le ragazze rendono onore all’Italia qualificandosi ai prossimi mondiali che si svolgeranno in Francia il prossimo anno: un bel risultato per il calcio femminile

Calcio femminileGrande soddisfazione per la Nazionale azzurra di calcio, ma questa volta i meriti non vanno ai tanto blasonati uomini, che con l’assenza ai mondiali che si svolgeranno in Russia nel 2018, hanno davvero fatto vivere all’Italia una vera e propria caporetto calcistica, ma vanno alle donne della Nazionale azzurra di calcio che dopo vent’anni riescono a qualificarsi ai prossimi mondiali del 2019.

L’ultima qualificazione delle azzurre era avvenuta infatti nel 1998 quando erano riuscite a qualificarsi per i mondiali poi disputati negli Stati Uniti nel 1999: con la vittoria sul Portogallo ottenuta tra le mura amiche del Franchi di Firenze, la Nazionale allenata da Milena Bartolini e davanti a 6000 spettatori ha festeggiato la qualificazione matematica.

Le ragazze hanno dato il massimo e grande soddisfazione ai tanti appassionati di uno sport che appare troppo spesso impoverito da altri interessi che non siano quelli inerenti alla ricchezza che esso può dare sia a livello fisico che della socializzazione.

Read Full Article

Sfregiata con acido: una giovane prostituta è stata avvicinata da un’altra donna, a Torino, ed è stata aggredita con l’acido. In condizioni molto gravi è adesso al Cto

È stata aggredita e sfregiata con l’acido, a Torino, e adesso riversa in condizioni abbastanza gravi: è quanto è accaduto ad una ragazza di soli 20 anni che, nella serata di domenica 3 giugno 2018 è stata avvicinata da qualcuno, per essere aggredita e poi sfregiata con l’uso dell’acido.

Sfregiata con acidoLa ragazza – una prostituta molto giovane e di colore – si trovava in corso Giulio Cesare a Torino: stava probabilmente svolgendo la sua attività quando, secondo quel che è emerso dai racconti di alcuni testimoni, è stata avvicinata da un’altra donna, forse anche lei una prostituta, che le avrebbe gettato il liquido ustionante sul volto. Sarebbero quindi molto precise le colpe della donna che ha aggredito questa giovane di 20 anni che, fortunatamente, è stata immediatamente presa in carico da una ambulanza di passaggio: trasportata d’urgenza al Cto, le sue condizioni sono apparse sin da subito gravi ed infatti la giovane riporta ustioni in tutto il corpo.

E adesso, i carabinieri e le forze dell’ordine indagano per cercare di comprendere le motivazioni del gesto e chi possa averlo commesso.

Read Full Article

Legge 104 tutela: è una normativa molto importante, ma vi è il rischio effettivo che, se non viene rispettata, si possa perdere il lavoro

Legge 104 tutelaÈ una legge molto importante, nata nel 1992 a sostegno e tutela di tutti i lavoratori che vivono in famiglia con persone disabili – e spesso anziane – e che, grazie proprio a questa legge, possono ottenere delle tutele molto importanti sia per i loro familiari che per sé stessi. Stiamo parlando della legge 104, una normativa ad oggi molto importante e sicura che, però, sta diventando sempre più preda di furbetti lavoratori che sfruttano questa legge per truffare e per abusare delle sue possibilità, pur di ottenere i loro scopi.

Quel che non tutti sanno è che però, se un’azienda scopre ed ha le prove del fatto che il dipendente sfrutta questa legge ed i suoi permessi per raggiungere obiettivi propri, vi sono dei rischi molto importanti consequenziali a questo comportamento errato: infatti, questo è quanto è accaduto ad una dipendente di una nota azienda che si occupa di elettronica ad Arezzo, che proprio qualche giorno fa è stata scoperta da una agenzia di investigazioni e che quindi ha perso il suo posto di lavoro.

Il rischio, per chi approfitta dei permessi retribuiti, è proprio quello di perdere il lavoro.

Read Full Article

Omicidio Valeriano Poli: è stato fermato un uomo di 59 anni, bolognese, ritenuto materiale esecutore

Omicidio Valeriano PoliUna giustizia che si è fatta attendere, ma che finalmente, dopo ben 20 anni, è arrivata per i familiari di un buttafuori bolognese: Valeriano Poli era stato ucciso, infatti, a Bologna proprio 20 anni fa, freddato sotto casa il 5 dicembre del 1999 con otto colpi di pistola.

Si è lavorato per venti lunghi anni, con indagini, interrogatori, intercettazioni e tentativi, spesso non andati a buon fine, di conoscere la verità su chi potesse aver ammazzato Valeriano e sul motivo per il quale sarebbe stato freddato in una maniera così brutale ma anche così “facile” da non lasciare alcuna traccia. E adesso, dopo tutti questi anni, è stato fermato un uomo di 59 anni, anch’egli bolognese.

L’uomo è stato ritenuto responsabile effettivo e materiale dell’assassinio: nei suoi riguardi è stato quindi emesso un provvedimento di custodia cautelare in carcere. Potrebbe non aver commesso il brutale omicidio da solo: tra gli indagati, infatti, vi sarebbe anche un altro uomo che potrebbe aver favorito e quindi aiutato il materiale esecutore dell’assassinio nel far fuori Valeriano Poli. Rimane adesso da capire quale potrebbe essere stato il movente: le indagini, quindi, non sono ancora terminate.

Read Full Article

Umiliazioni e maltrattamenti alla moglie: è stato condannato un uomo di Cossato di 87 anni

Umiliazioni e maltrattamenti alla moglieÈ stato condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione, con pena sospesa, un uomo di 87 anni, di Cossato, che nel corso degli anni aveva picchiato, maltrattato e umiliato la moglie, che oggi ha 90 anni e vive in una casa di riposo.

Per la donna – che ha qualche anno in più rispetto al marito – vi sono state botte, maltrattamenti, umiliazioni fisiche e psicologiche: ed a nulla è valso, purtroppo, l’intervento sempre attento della badante che, stando a quanto è emerso dalle indagini, ha sempre cercato, nei limiti del possibile, di effettuare una attenta sorveglianza sulle azioni dell’87enne.

È stata il giudice Eleonora Saccone a determinare la pena per l’uomo, dopo un processo per il quale è stato decisivo tutto il materiale raccolto dal nucleo carabinieri che ha raccolto anche le testimonianze sia della donna che della badante. Un uomo crudele, l’87enne, che nel corso degli anni ha anche cercato di far mangiare alla moglie cibo scaduto ed appositamente deteriorato, le ha messo del lassativo nell’acqua per farla stare male, e l’ha spesso malmenata, di notte, con la tv al massimo volume per non far sentire le grida di aiuto disperate della donna.

 

Read Full Article