Borsa Italiana, il 2017 è un buon anno per investire?

È domanda ricorrente per chi si occupa di Borsa Mercato, e non solo: il 2017 potrebbe essere un buon momento per l’investimento sul mercato azionario di Borsa Italiana o conviene aspettare momenti più propizi?

Per rispondere a questo quesito, cominciamo con il domandarci che cosa voglia dire “investirenei mercati di Borsa e, successivamente, cerchiamo di fornire qualche utile spunto per chi – come voi – in questi giorni sta pensando di impiegare una parte del proprio capitale proprio sugli investimenti finanziari azionari tricolori.

Cosa vuol dire investire in Borsa?

Innanzitutto, bisogna chiarire qualche aspetto legato alla definizione di investire in Borsa. Fino a poco tempo fa un simile termine era legato alla possibilità di entrare in possesso diretto degli strumenti finanziari (azioni), da detenere nel proprio portafoglio in attesa che il valore di mercato degli stessi salisse a sufficienza per poter permettere all’investitore di ottenere una plusvalenza soddisfacente e, magari, nel contempo ottenere qualche ulteriore vantaggio da dividendi ordinari e straordinari.

borsa italianaIn realtà, oggi giorno la visione dell’investimento in Borsa è cambiata in maniera radicale, visto e considerato che con questo termine ci si può benissimo riferire sia al comportamento di chi – come sopra – effettua un investimento diretto negli strumenti finanziari di cui sopra, sia nei confronti di chi invece preferisce effettuare un investimento derivato, utilizzando le azioni come sottostanti di uno strumento – appunto – derivato come i contratti per differenza.

In questo secondo caso, l’andamento dell’azione non avrà importanza in relazione al trend crescente o decrescente, visto e considerato che il trader potrà ben investire sia nell’uno che nell’altro caso: tutto ciò che dovrà fare è prevedere se il valore di mercato del sottostante tenderà a crescere o a diminuire, nell’arco temporale definito.

Come andrà il 2017

Quanto sopra ci è utile per poter cercare di tracciare una prima linea interpretativa: considerato che il trader può ben investire sia in fasi di mercato crescenti che in fasi di mercato calanti, ne deriva che non esiste un “buon” momento per investire in Borsa. Quel che è importante è invece cercare di comprendere come cavalcare il trend sia che questo sia in aumento, sia che questo sia in diminuzione.

Ad ogni modo, per tutti coloro i quali ritenessero opportuno domandarselo, ricordiamo che il 2017 dovrebbe essere un anno discretamente positivo per gli investimenti in Borsa Italiana, anche se – a ben vedere – non mancano certamente i rischi interni (la possibilità che vi possa essere una crescita inferiore alle attese, e nuove elezioni politiche) e esterni (shock finanziari internazionali, crisi area euro indotta da insoddisfacenti risultati elettorali in Francia e in Germania, e così via).

Alla luce di ciò, non deve comunque cambiare la regola di buona condotta che dovrebbe ispirarvi: cercate sempre di formulare un’attenta e accorta strategia finanziaria, basata su un piano ben ragionato e che possa condurvi come una vera e propria bussola all’interno dei mercati finanziari.

Sperimentate poi il piano di trading con un buon conto demo aperto sulla vostra piattaforma preferita e… in bocca al lupo!

Potrebbero Interessarti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *