Batterie a stato solido: l’invenzione di John B. Goodenough

Batterie a stato solido: un’invenzione che potrebbe cambiare le cose in fatto di capacità, durata e sicurezza

Le batterie a stato solido potrebbero essere la svolta in fatto di miglioramento delle prestazioni di questi oggetti. Oggetti dei quali, al giorno d’oggi, non possiamo sicuramente fare a meno, visto che le batterie rappresentano l’autonomia e aiutano nell’autonomia di molti dei dispositivi che ogni giorno utilizziamo e che popolano le nostre case e le nostre automobili. Abbiamo bisogno delle batterie per camminare con la nostra automobile, ma anche delle batterie per telefonare con il nostro smartphone: e proprio per questo, si rende spesso necessario fare dei progressi scientifici e tecnologici in grado di migliorare sensibilmente la nostra esperienza.

Batterie a stato solidoDopo quelle agli ioni di litio, molto presto potremmo anche trovare un ottimo punto di riferimento anche nelle batterie a stato solido che, secondo il suo inventore e produttore, John B. Goodenough, potrebbero molto presto essere sul mercato per garantire un’esperienza di utilizzo più sicura, ma anche più durevole nel tempo.

Vantaggi potenziali molto interessanti, per queste batterie: secondo le ultime informazioni, infatti, si potrà accumulare energia per un livello superiore di almeno tre volte rispetto alle classiche batterie, con durata del ciclo di scarica ovviamente anche più lunga.

 

 

Potrebbero Interessarti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *