infissi

Infissi: legno, acciaio o allumionio. I prezzi, i vantaggi e gli svantaggi

Non bisogna affezionarsi troppo alle cose, soprattutto quelle che si possono rompere. Come le finestre, ad esempio, soggette ad una serie innumerevole di possibilità di rompersi, di qualsiasi materiali siano, possono essere urtate facilmente, trovandosi all’esterno e quindi a diretto contatto con la possibilità di venire colpite da un ostacolo. Anche le intemperie e lo sbalzo termico, tra il caldo interno e il freddo esterno e viceversa in estate in caso di utilizzo del condizionatore, indeboliscono il vetro che compone le finestre e lo porta a staccarsi lentamente dagli infissi che gli stanno intorno.

Prendersi cura delle proprie finestre significa anche assicurarsi che la temperatura interna degli ambienti sia costante e quindi anche risparmiare sulle bollette. Quindi è di fondamentale importanza controllare periodicamente se ci sono degli spifferi, per intervenire al momento del bisogno.

Se ci si accorge che ci sono degli spifferi o in generale se ci sono dei danneggiamenti come scheggiature nel vetro, crepe negli infissi di legno o altro, è meglio rivolgersi subito a dei tecnici esperti che con un sopralluogo sapranno indicare se è necessario un intervento o se è solametne una situazione da tenere sotto controllo.

Materiale con cui vengono costruite le finestre

La differenza fondamentale tra le finestre è il tipo di materiale utilizzato per costruire gli infissi. I classici infissi sono di legno, perfetti per un’abitazione che ha uno stile elegante e rustico. Un altro elemento molto utilizzato negli infissi  è il PVC, utilizzato sempre di più nell’edilizia perché molto resistente sia al calore che al freddo, alla pioggia, al fuoco, in grado di isolare bene sia dagli sbalzi termici che dai rumori.

Le finistre in PVC sono perfette per chi vuole mantenere un ambiente moderno ma senza rinunciare ai propri gusti e preferenze: il PVC è infatti molto duttile e quindi si presta bene alla personalizzazione delle forme degli infissi.

L’alluminio è un materiale che si presta molto bene a stare all’esterno, perché molto resistente, robusto ma al contempo anche leggero. Come quelli in PVC, anche gli infissi in alluminio sono degli ottimi isolanti sia per quanto riguarda la temperatura che per quello che concerne l’isolamento acustico. Gli infissi in alluminio durano molto tempo e non hanno bisogno di grandi opere di manutenzione ed inoltre sono facili da pulire.

I vetri degli infissi

Oltre gli infissi, il cuore della finestra è costituito dal vetro, la parte più delicata ma anche quella che ci permette di vedere fuori di avere un contatto visivo col mondo esterno. Ad oggi, in caso di costruzione di una nuova abitazione è obbligatorio installare i doppi vetri.

Questa tipologia di vetratura permette il miglior isolamento acustico e termico, inoltre è molto più resistente agli urti dei vecchi vetri per finestre. Lo spessore di questo tipo di vetratura è di 4 mm ed è costituito da due lastre di vetro tra le quali è lasciato uno spazio che viene riempito da aria disidratata o da un gas nobile (elio, argon, kripton, xenon, radon).

Prezzi infissi

Per quanto riguarda i costi, ovviamente questi variano in base al materiale usato, alla posizione della finestra da sistemare (più è in alto e in una posizione pericolosa, più il prezzo si gonfierà) e alla metratura della stessa.

Per quanto riguarda gli infissi in PVC questi vanno dai 110 euro ai 500 al metro quadrato; per quanto riguarda quelli in legno, questi possono arrivare fino oltre 1000 euro per una finestra completa a due ante comprensivi di installazione. Infine quelli in acciaio partono dai 300 euro al metro quadrato.

Potrebbero Interessarti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *