Investire sui mercati finanziari, opzione trading sul forex

Per guadagnare con gli investimenti, negoziando strumenti e prodotti finanziari sui mercati regolamentati da tutto il mondo, le strade sono tante. Per esempio, si può investire in azioni, in obbligazioni ed anche in criptovalute a fronte dell’assunzione di rischi che possono però portare, nel peggiore dei casi e nelle situazioni più avverse, anche alla perdita dell’intero capitale che è stato investito.

Approccio al mercato forex, dalla prudenza alla scelta del broker

L’approccio ai mercati, quindi, deve essere sempre improntato sulla prudenza, e lo stesso vale pure per la negoziazione dei cross valutari. In merito è bene partire dalla guida ai migliori broker forex in quanto la scelta di un buon intermediario online per operare sui rapporti di cambio, da postazione fissa e/o in mobilità, è fondamentale.

Dopodiché, scelto il broker forex giusto, ed aperto un conto investimenti per operare, ad esempio su euro/dollaro, è altrettanto importante andare ad applicare le migliori strategie di presidio e di gestione del rischio a partire dall’inserimento degli ordini, in acquisto o in vendita, sempre con adeguati livelli di stop loss e di tale profit. In questo modo su ogni trade l’operazione sarà chiusa o con il guadagno prefissato, oppure con la massima perdita sopportabile dalla singola operazione compatibilmente con il capitale iniziale che si ha a disposizione.

Investimenti e gestione del rischio, la strada per un trading vincente

Quella di gestire il rischio per il trader sul forex, come su altri mercati, non è peraltro una capacità innata, ma tale che si acquisisce nel tempo, con l’esperienza, facendo tesoro pure degli errori ed anche senza mai rinunciare allo studio ed alla formazione continua in quanto le dinamiche che regolano i mercati sono spesso imprevedibili oltre che complesse.

Una buona gestione del rischio, tra l’altro, non assicura che tutti i trade vengano aperti e chiusi in guadagno, ma di certo permette di sbagliare il meno possibile e di riuscire, a regime, ad ottenere un profitto da trading forex che è dato dalla differenza tra le plusvalenze e le minusvalenze, ovverosia tra i trade che sono stati chiusi in take profit e quelli per cui, invece, è scattato lo stop loss.

Trading forex principianti, consigli e dritte

Quanto sopra detto è ancor più valido e da prendere in considerazione quando il trader online sul forex è un investitore in erba, ovverosia ai primi trade sui cross valutari e, quindi, senza alcuna esperienza pregressa. In tal caso è bene sfruttare, prima di investire soldi veri, tutti gli strumenti di formazione che vengono messi a disposizione dal broker online a partire dal cosiddetto conto demo che permette di fare pratica simulando l’operatività reale utilizzando denaro virtuale.

Completano la preparazione di un buon trader sul forex, inoltre, la conoscenza quantomeno dei principi di base dell’analisi tecnica e la capacità di saper leggere ed interpretare tutti gli indicatori macroeconomici che possono influenzare i rapporti di cambio tra le valute, dall’andamento corrente e prospettico dei tassi di interesse, fissati dalle banche centrali, all’andamento dell’inflazione e passando per la crescita del prodotto interno lordo, per la produzione industriale e per l’andamento del mercato del lavoro.

Potrebbero Interessarti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *