Referendum VCO, al Piemonte resta Villa Taranto

In seguito al risultato del referendum che ha mantenuto la provincia di Verbania-Cusio-Ossola in Piemonte, alla regione è rimasto un gioiello di architettura con i suoi giardini, considerati dagli utenti di Theneeds i più belli del mondo: Villa Taranto. La villa fu realizzata nel 1870 dall’architetto svizzero Augusto Guidini sul promontorio della Castagnola e venne chiamata La Crocetta, nel 1930 in seguito ad un’inserzione fu acquistata da uno scozzese appassionato di botanica, il capitano McEacharn, militare britannico, che amante dell’Italia, dagli anni venti era alla ricerca di un terreno adatto alla realizzazione del giardino che sognava.

Villa Taranto resta al Piemonte dopo il referendum

Negli anni successivi coronò il suo sogno trasformando i giardini con un progetto splendido e ribattezzando la proprietà con il nome di Villa Taranto in onore del suo antenato Étienne Macdonald, nominato duca di Taranto da Napoleone. Quando nel 1939 l’Italia entrò in guerra contro il Regno Unito e gli alleati, il capitano McEacharn, in quanto cittadino britannico, ritornò in Australia e donò la villa allo stato italiano.

I giardini di Villa Taranto, a Verbania

I giardini hanno un’ estensione di circa 160 mila mq e sono percorsi da 7 km di viali, sono divisi in quattro zone: serre, giardini terrazzati, erbari, aiuole floreali e tra le 20 mila specie botaniche coltivate ve ne sono alcune rare provenienti da varie parti del mondo come le grandi ninfee Victoria cruziana della serra tropicale oppure le conifere Metasequoia glyptostroboides o le felci EDicksonia antarctica, Emmenopterys henryi della famiglia delle Rubiacee e ancora l’Acer palmatum cap. McEacharn.

Villa Taranto, il mausoleo

All’interno dei giardini nel 1965 fu costruito un mausoleo dedicato al capitano McEacharn, ma sono presenti numerose opere d’arte, tra le quali spiccano due sculture bronzee: il Pescatorello di Vincenzo Gemito e il busto del capitano dello scultore milanese Gualberto Rocchi.

Come raggiungere Villa Taranto

E’ possibile raggiungere Villa Taranto sia via terra che via lago, grazie ad una fermata apposita della linea lacustre Navigazione Lago Maggiore, i meravigliosi giardini sono visitabili a pagamento per 245 giorni l’anno durante i quali vi si recano mediamente oltre 150 mila persone. Purtroppo nella Villa non sono consentite le visite in quanto sede della Prefettura della provincia Verbano-Cusio-Ossola.

Potrebbero Interessarti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *