Sfruttava legge 104 e approfittava dei permessi: licenziata in tronco

Sfruttava legge 104: licenziata in tronco una donna che chiedeva permessi per assistere la zia ammalata ma andava in ferie con il fidanzato

Ha sfruttato nella maniera sbagliata – e decisamente non coerente con i bisogni reali a cui questa legge risponde – la legge 104m una donna che era solita richiedere continuamente permessi per assentarsi dal lavoro, stranamente a ridosso del fine settimana. Ed è stata proprio questa situazione a far sorgere i dubbi dell’azienda presso la quale questa dipendente lavorava, tanto da spingere l’azienda a cercare di vederci chiaro e di capire cosa potesse spingere davvero quella donna a chiedere di continuo i permessi voluti dalla legge 104.

Sfruttava legge 104Una legge che, ovviamente, tutela e sostiene i lavoratori che, in famiglia, hanno persone disabili a loro carico ma che spesso viene sfruttata da persone che approfittano proprio dei permessi senza assistere i loro cari ma facendo quel che più aggrada loro: come, ad esempio, andare in vacanza con il fidanzato. Ed era proprio quel che faceva questa dipendente di una importante e nota azienda di Arezzo che, pedinata da agenti di investigazione, chiedeva i permessi per assistere la zia ammalata ma invece si dedicava alle vacanze con il fidanzato fuori città.

Licenziata in tronco, adesso dovrà cercarsi un nuovo lavoro. Sempre ammesso che sia davvero così semplice.

Potrebbero Interessarti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *