Caldo e stress: secondo studiosi è l’estate a determinare più tensione

Caldo e stress: secondo gli studiosi, pare che il periodo estivo ed il sopraggiungere dell’aria calda possano determinare una condizione di stress maggiore

Caldo e stressDurante il periodo estivo, si sa, si tende a dormire di più. Si è più stanchi, più spossati, si percepisce di più l’aria primaverile ed il calore, e questo influisce profondamente non solo nel nostro stesso stile di vita ma anche nella nostra psicologia e nella nostra psiche: ed è così che, se è vero da un lato che il caldo e le giornate più lunghe tendono ad evidenziare una situazione più serena ed a mettere di buon umore, è dall’altra parte vero che, quando fa caldo, ci si sente anche più nervosi del solito.

Secondo gli studi – a determinare i risultati di questa ricerca sono gli studiosi dell’Università di Scienze Mediche di Poznan, in Polonia – sono proprio i periodi più caldi quelli in cui tendiamo ad innervosirci di più a causa soprattutto del cortisolo, che tende ad aumentare durante la stagione più calda e che rappresenta influenza di stress.

Gli ormoni si legano, così, in maniera sostanziale al caldo, e determinano questa sensazione negativa: secondo gli studiosi, il periodo estivo è quindi quello in cui maggiormente ci si sente nervosi, non si riescono ad affrontare bene le situazioni della vita, si ha più sonno e si è più depressi.

Potrebbero Interessarti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *