Essere poveri non è salutare: due anni di vita in meno

Essere poveri non è salutare: non solo dal punto di vista materiale, ma anche sotto il profilo fisico e psicologico. Due anni di vita in meno, come fumo e obesità

Essere poveri equivale, dal punto di vista della salute, ad essere meno sani. Esattamente come il vizio del fumo e quello relativo all’obesità, anche la povertà rischia di essere un danno importante per la salute ed il benessere di chi vive in questa condizione.

È quanto è stato affermato da una recente ricerca che è stata portata avanti dagli studiosi di Lifepath, i quali hanno reso noti gli esiti del loro studio effettuato su Lancet, dichiarando che le persone che vivono in condizioni di povertà o di disagio economico e sociale sono, senza dubbio, anche le persone che soffrono più facilmente e che vivono in condizioni di salute non propriamente delle migliori.

Essere poveriSecondo la ricerca, quindi, la condizione di povertà è in grado togliere due anni di vita, quasi come la vita sedentaria, che ne porta via 2,4. Al primo posto di questa triste e desolante classifica si trova il fumo, che ruba ben 4,8 anni di vita, e poi il diabete, che ne porta via ben 3,9. La causa di tutto questo? Probabilmente nella persona che vive in condizioni di povertà si innescano dei precisi meccanismi biologici, ma è stato ancora difficile identificare quali essi siano: probabilmente, la condizione economica di basso prestigio porta ad una situazione di depressione, stress e ansia che possono compromettere il funzionamento del sistema immunitario e, quindi, far ammalare più facilmente.

Potrebbero Interessarti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *