Confessione shock e uomo arrestato: accade a Milano

Confessione shock di un uomo di 33 anni: avrebbe ucciso la moglie una volta rientrato dal Pronto Soccorso in cui si trovava per abuso di psicofarmaci

Confessione shockAveva lanciato una confessione a dir poco agghiacciante ai medici del pronto soccorso che si erano occupati di lui, un uomo che era ricoverato presso l’Ospedale San Paolo di Milano: l’uomo, che si trovava in ospedale, aveva dichiarato che, una volta uscito da lì, avrebbe ucciso sua moglie. E questa dichiarazione ha spinto la donna a non avere alcun timore né esitazione nel denunciare il marito per maltrattamenti: le parole choc sono così costate molto care all’uomo, che è stato quindi immediatamente arrestato.

Ha 33 anni l’uomo che, dopo aver ingurgitato una quantità indefinita di psicofarmaci, ha raccontato ai medici del Pronto Soccorso dell’Ospedale in cui si trovava, di aver preso una decisione agghiacciante, quella, appunto, di uccidere la moglie una volta uscito di là. Questa confessione è stata immediatamente presa in considerazione dai medici i quali hanno raccontato tutto alla polizia: ed in questo modo è stato quindi possibile arrestare l’uomo, anche grazie alla successiva conferma che è sopraggiunta da parte della donna in merito ai maltrattamenti continui subiti ed alle liti che spesso sfociavano in momenti di grande paura e tensione.

Potrebbero Interessarti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *